Missioni

Il 10 dicembre ripartono le attività di Missio Giovani Vicenza

Giovani e missione. Un binomio che nella diocesi di Vicenza ha una lunga storia e che oggi prosegue, dopo lo stop provocato dalla pandemia, grazie a Missio Giovani Vicenza (MGV) che rappresenta la prosecuzione ideale del percorso “Insieme per la missione”, gruppo giovanile missionario intercongregazionale, fondato a Vicenza nel 2000, da don Giacomo Bravo e Luciano Bicego e che ha avuto nel recente Festival della Missione l’occasione per rilanciarsi.

Sabato 10 dicembre ripartirà, come da tradizione dai Missionari Saveriani di Vicenza, questo cammino formativo per persone dai 18 ai 35 anni, che valorizza il grande lavoro dei missionari vicentini in giro per il mondo. Ripartirà rivolgendosi ai giovani che desiderano vivere un’esperienza diretta in terra di missione. Il percorso, come in passato, è frutto della collaborazione con la Pastorale Giovanile e con alcuni Istituti missionari e religiosi presenti in diocesi. L’équipe è costituita da giovani che hanno vissuto direttamente un’esperienza in missione e da un team intercongregazionale di religiosi e religiose aventi missioni all’estero. Gli incontri saranno guidati da persone “esperte” o da missionari con esperienza diretta di dialogo e conoscenza delle realtà missionarie.

«Siamo contenti di aver lavorato in questi mesi, in parallelo al Festival della Missione di Milano, per riprendere il filo con la missione giovanile», evidenzia Federico Vaccari dell’équipe di Missio Giovani Vicenza. «Anche quest’estate, tenendo presente anche la prossima Giornata Mondiale della Gioventù, il percorso sceglierà dei Paesi – prosegue Vaccari – per trascorrere dei giorni insieme ai missionari. È un lavoro che si interseca con la cultura del Paese, apprendendo lo stile dello “stare” nella terra che ci ospita, condividendo i momenti della vita quotidiana, seguendoli e aiutandoli nelle loro attività».

«È opportuno che durante l’anno, prima della partenza ma anche successivamente, ci sia un impegno da parte dei giovani nelle realtà di appartenenza. Il viaggio non deve essere semplicemente un’esperienza da vivere in estate ma essere parte di un cammino personale, di crescita umana e spirituale», spiega Federico Costa, tra i coordinatori dell’équipe di Missio Giovani Vicenza.

Il percorso si inserisce in quella che è la proposta giovanile nazionale di Fondazione Missio, al fine di sostenere e promuovere, anche in collaborazione la dimensione missionaria della comunità vicentina, con particolare attenzione alla missio ad gentes e alle iniziative di animazione.

«Il percorso valorizza la persona, comprendendo come si può essere missione anche nella quotidianità», spiega suor Giselle Rocha, della Divina Volontà. E poi si valorizzano tante tematiche importanti per la salvaguardia del nostro pianeta, come quelle legate al rapporto Nord/Sud, globalizzazione, interculturalità, stile di viaggio e di incontro».

Per saperne di più scrivere a missiogiovani. vi@gmail.com oppurechiamare il numero 340.0624572.