In primo piano La Voce

Il Vescovo Beniamino e la nuova sede della Voce: «Una redazione, due sguardi»

di Mons. Beniamino Pizziol +

Sabato 2 ottobre alle 10.30 il nostro giornale, con l’inaugurazione dei nuovi locali della redazione in Borgo S. Lucia 49, a Vicenza, vivrà un momento sobrio ma intenso e significativo presieduto dal Segretario di Stato Cardinale Pietro Parolin e dal vescovo mons. Beniamino Pizziol. Di seguito potete leggere l’augurio del nostro vescovo pubblicato sul giornale di questa settimana.

Chi visita la nuova sede del settimanale diocesano può rendersi conto che essa offre due sguardi. Il primo sul Centro Pastorale “A. Onisto”, da un anno centro propulsore della vita diocesana. Il secondo è sulla strada, sulla città. Il Centro “Onisto” ospita la comunità del seminario, la comunità dei preti e la comunità delle suore. Accoglie gli uffici di curia, l’Istituto superiore di scienze religiose dedicato alla formazione culturale, teologica e biblica dei nostri fedeli. Ancora è sede dell’Istituto diocesano di musica sacra e religiosa, espressione di quel gene tipico del Dna della Diocesi che è fatto risalire al vescovo Ferdinando Rodolfi e a mons. Ernesto Dalla Libera.

La città porta a incrociare le diverse e multiformi espressioni della vita individuale e collettiva, a incontrare persone di età, provenienze e orientamenti culturali anche molto diversi. Questa duplice visuale sintetizza in modo efficace quello che è il compito di un giornale come La Voce dei Berici. Esso è inserito dentro la città degli uomini a servizio della Diocesi e per questo deve essere strumento di comunicazione, informazione, comunione e coagulo delle diverse realtà che animano la nostra comunità ecclesiale e il territorio, sapendone riconoscere i segni di speranza e dando così evidenza alle “buone notizie”. È questo un compito che viene portato avanti da 75 anni e che la nuova sede, per molti versi rilancia.

Il trasferimento nei nuovi spazi rappresenta un momento importante di rinnovamento per essere, sempre più e meglio, in grado di rispondere alle sfide che questo tempo, così ricco ma anche complesso, pone a ogni donna e uomo, a ogni realtà, Chiesa compresa.

L’augurio è che La Voce dei Berici, anche grazie a questi nuovi locali della redazione, possa continuare in modo significativo ad affinare un doppio,qualificato sguardo sulla Chiesa e sulla città.

Desidero ringraziare, con gratitudine e riconoscenza, il Consiglio di Amministrazione, il Direttore, la Redazione e il Personale amministrativo, per il loro impegno, la loro competenza e la loro dedizione.

Guarda la sintesi dell’inaugurazione