Diocesi

Seminaristi “in trasferta” a Caldogno e Villaverla

Seminario in trasferta nell’Unità pastorale di Caldogno e Villaverla per quattro giorni di incontro e testimonianza. Si intitola “Mi fido di te” il weekend vocazionale che dal’11 al 14 aprile toccherà le cinque parrocchie dell’unità pastorale (Caldogno, Villaverla, Rettorgole, Novoledo e Cresole) e che vedrà le comunità di teologia del Seminario e quella vocazionale del Mandorlo impegnate ad incontrare gruppi scout, di catechismo e di Azione cattolica.

«La prima parola chiave di questa proposta è proprio “incontro” – spiega Emanuele Zonato, seminarista che a Caldogno e Villaverla svolge il suo tirocinio pastorale -. Come Seminario abbiamo fatto nostra la raccomandazione del Papa che ci ha esortati ad essere una “Chiesa in uscita”. Alle persone che incontreremo porteremo la nostra “testimonianza” di vita e di fede, la seconda “parola chiave” del week end. Ci muoveremo a coppie, come i discepoli nel Vangelo mandati da Gesù ad annunciare il Regno, e incontreremo ragazzi e ragazze nel vivo delle loro attività e dei loro incontri di gruppo. Durante l’ora di religione, avremo anche la possibilità di incontrare i ragazzi delle scuole medie». Ad ogni incontro, quindi, corrisponderà un’attività adatta all’età dei partecipanti, «pensata insieme ad educatori ed animatori che abbiamo voluto conoscere prima, invitandoli in Seminario tra gennaio e febbraio (nella foto gradne, uno degli incontri, ndr)».

«Per la nostra unità pastorale questo weekend sarà l’occasione di conoscere i giovani del seminario e l’augurio è che le nostre comunità riescano ad accogliere e vivere la dimensione diocesana» spiegano don Simone Stocco e don Alessandro Pegoraro, parroci in solido dell’unità pastorale che per ospitare i seminaristi hanno coinvolto una decina di famiglie. «L’accoglienza sarà un’ulteriore occasione di fraternità, oltre che la possibilità di conoscere i seminaristi prima che vengano ordinati – continuano i due parroci -. Siamo abituati a vederci arrivare in parrocchia il prete “bello impacchettato”, così invece possiamo conoscere più da vicino il percorso che questi seminaristi stanno facendo».

Emanuele Zonato e Luca Dalla Costa.

A proposito di questo percorso, domenica 14 aprile alle 19, nella chiesa di Caldogno, due seminaristi vivranno un momento speciale. Emanuele Zonato, 51 anni, dell’unità pastorale di San Bonifacio e Luca Dalla Costa, 25 anni, dell’unità pastorale di San Bakhita di Schio riceveranno il ministero del Lettorato. «È il primo passo che porta al ministero ordinato, una prima tappa importantissima sulla quale, in questi mesi, ci siamo molto formati» spiega Zonato, per il quale ricevere il lettorato ha un significato particolare. «Lo riceverò nella comunità che mi ha accolto e sostenuto negli ultimi due anni e mezzo – spiega -, mi fa molto piacere renderla partecipe di questo passaggio. Venendo istituiti del ministero del Lettorato, non si tratta solo di leggere ad alta voce la Parola di Dio, ma di proclamarla, nella consapevolezza che non sto leggendo per me ma per tutta la comunità».

Il weekend vocazionale prevede altri due momenti significativi: la Messa di apertura del weekend a Novoledo l’11 aprile alle 18 e la veglia di preghiera a Villaverla di venerdì 12 aprile alle 20.30, preparata dai seminaristi assieme ai giovani che stanno vivendo un anno di vita comunitaria nella canonica di Rettorgole. Il vescovo Giuliano parteciperà al weekend vocazionale domenica 14 aprile per l’istituzione del Lettorato di Emanuele Zonato e Luca Dalla Costa.

Andrea Frison

Commenta

Clicca qui per lasciare un commento