Missioni

È Pasqua in tutto il mondo con i missionari vicentini

Il racconto della morte e risurrezione dei Gesù in terra di missione nelle foto raccolte dai missionari vicentini.

L’annuncio della risurrezione di Cristo non conosce confini. E se dalla Palestina di duemila anni fa è giunto fino ai nostri giorni, da lì si è allargato al mondo intero.

Per questo abbiamo chiesto ad alcuni dei nostri missionari di inviarci le foto che hanno potuto realizzare durante la settimana Santa, nelle comunità che li vedono impegnati nell’annuncio del Vangelo. Abbiamo dovuto scegliere tra le tante foto che ci sono arrivate  e che ritraggono i momenti culminanti del triduo pasquale, vissuti spesso in modo semplice, essenziale, ma sempre dignitoso. Perché è il linguaggio universale dei simboli pasquali ad abbattere le distanze e le diversità linguistiche per raccontare a tutti gli uomini e le donne, di tutto il mondo, che Cristo è morto è risorto, che la luce ha vinto sulle tenebre e la vita sulla morte.
La nostra carrellata inizia dal Brasile. Le immagini che ci arrivano dalle comunità di Roraima e di Volta Redonda dove operano le Suore Orsoline di Vicenza (a Volta Redonda sr. Marilia Poleto, a Boa Vista sr. Monica Cestari Nascimento) e tre preti fidei donum della nostra diocesi: don Attilio Santuliana, don Enrico Lovato e don Lorenzo Dall’Olmo, il più “giovane” fidei donum vicentino, arrivato in brasile lo scorso settembre.


Il secondo blocco di fotografie ci arriva dal Mozambico. A Beira e a Dondo, anche in questo caso, collaborano nell’annuncio del Vangelo e nel servizio ai poveri una comunità di suore Orsoline (suor Valentina De Gan e suor Anna Fontana) e due preti fidei donum: don Maurizio Bolzon e don Davide Vivian, che vediamo impegnati nei riti del Sabato Santo.


Sempre dall’Africa ci arrivano due serie di immagini. La prima ci è stata inviata dalle suore della Divina Volontà, presenti in Camerun da molti anni: suor Francesca Paulon, suor Maria Regina Ranzato, suor Laura Nichele, suor Marisa Totaro e suor Grazia Cremonese. La foto che abbiamo scelto racconta la celebrazione del Venerdì Santo, in tutta la sua essenzialità.

Dall’Algeria ci sono arrivati, invece, alcuni scatti di don Marco Alfredo Marchetti, in servizio pastorale nella diocesi di Algeri, dove i pochi cristiani hanno celebrato con grande dignità e fede il triduo pasquale.

Infine, l’ultimo blocco di fotografie ci arriva da Timor Est, una missione aperta solamente lo scorso febbraio dalle Suore della Divina Volontà con suor Lourdes Benavides Bravo, suor Maria Lucia de Oliveira Costa e suor Maria Simona Vinci. Anche in questo caso, i riti della Pasqua sono stati celebrati in un contesto povero ma di grande fede e coinvolgimento di tutto il popolo, che nelle piccole cose mostra davvero come il messaggio di Cristo sia rivolto soprattutto ai poveri, agli ultimi e ai dimenticati.

In Thailandia, a Lamphun, dove don Ferdinando Pistore e i pochi cristiani hanno festeggiato la Pasqua, vivendo in modo intenso, con grande dignità e fede i vari momenti come l’adorazione della croce, la veglia pasquale. C’è stato anche in una comunità il segno di augurio e rispetto versando dell’acqua nelle mani degli anziani che a loro volta hanno benedetto.