Diocesi In primo piano

La Gmg dei vicentini. In 14 a Panama

di Lorenza Zago

Ci sarà anche la Diocesi di Vicenza a Panama, per la XXXIV Giornata Mondiale della Gioventù. In quattordici, zaino in spalla in vero stile Gmg, il 19 gennaio partiranno dall’aeroporto Marco Polo di Venezia.

Un viaggio, verso il Centro America, che i ragazzi vicentini affronteranno assieme ad un gruppo di giovani della Diocesi di Verona. «In tutto saremo una cinquantina – precisa don Lorenzo Dall’Olmo, direttore della Pastorale Giovanile della nostra Diocesi, che accompagnerà i ragazzi a Panama -. Sarà una vera e propria esperienza di pellegrinaggio da vivere in condivisione. Alterneremo la scoperta della cultura locale e delle bellezze panamensi alle attività di catechesi e riflessione».

Un pellegrinaggio, però, che per i giovani di Vicenza continuerà in El Salvador, dove rimarranno fino al 3 febbraio. Nel piccolo Stato che si affaccia sull’oceano Pacifico i ragazzi avranno la possibilità di vivere i luoghi dell’apostolato di Oscar Romero, l’arcivescovo salvadoregno ucciso dagli squadroni della morte mentre celebrava la messa nella cappella di un ospedale e proclamato Santo lo scorso ottobre. «Questa seconda parte del viaggio avrà un carattere più missionario – spiega don Lorenzo -. Faremo visita alle comunità di base di San Salvador e incontreremo suor Annalisa Marangoni delle Piccole Sorelle del Vangelo, originaria di Torri di Quartesolo, che presta servizio a pochi chilometri dalla capitale». Tra i giovani in partenza da Vicenza anche Anna Dal Lago, 26 anni, di Torrebelvicino. «È la mia prima Gmg e sono molto emozionata – dice la ragazza, che lavora come tecnico diradiologia -. Ho deciso di aderire a questa proposta perché sentivo il bisogno di mettermi alla prova».

«L’esperienza della Gmg, per me, è parte di un percorso di fede – prosegue la giovane, che è animatrice dell’Ac nella sua parrocchia – Un percorso che mi offrirà la possibilità di entrare in contatto con nuove culture e instaurare nuove amicizie». «La Gmg di Cracovia, nel 2016, è stata un’esperienza fantastica – racconta Mario Godi, 21 anni, studente di lettere di Costabissara -. Prima di allora ero estraneo al mondo della Chiesa, ma dopo il viaggio in Polonia ho deciso di impegnarmi attivamente all’interno della comunità parrocchiale e non solo». A Panama volerà anche il vescovo Beniamino. «La Gmg è sempre una occasione straordinaria di incontro dei giovani ed è una forte esperienza dell’universalità della Chiesa – dichiara -. Essa esprime fiducia nelle giovani generazioni dando contenuti forti a partire dal Vangelo e regala un’esperienza di dialogo e di incontro. In questo la Gmg mantiene ancora il suo riferimento forte e ideale».