In primo piano Sport

Ghiotto, Ambrosini, Leoni: a Pechino un “tris” di vicentini.

Davide Ghiotto (foto www.fsgi.it, credit ISU)
di Luca Pozza

Lo sport vicentino cala un tris ai Giochi di Pechino. Saranno infatti tre i nostri rappresentanti, tutti uomini: si tratta dei pattinatori Davide Ghiotto (velocità) e Filippo Ambrosini (artistico a coppie) e di Tommasi Leoni, impegnato nello snowboardcross.

Anche nell’edizione di quattro anni fa, nella città sudcoreana di Pyeongchang, furono tre i vicentini in gara: Davide Ghiotto e Nicola Tumolero nel pattinaggio velocità e il fondista Sergio Rigoni.

Sulla carta le migliori chance per il miglior piazzamento (difficile poter pronosticare una medaglia) sembrano essere affidate alle lamine affilatissime di Davide Ghiotto, 28 anni, residente ad Altavilla Vicentina, che è dunque alla sua seconda partecipazione consecutiva nella rassegna a cinque cerchi. Nella pista lunga il finanziere vicentino si presenta con risultati brillanti in questa stagione: ai campionati europei (disputati a gennaio) ha vinto il bronzo nella gara di inseguimento a squadre, per poi conquistare il settimo posto sui 5.000 metri. In dicembre sulla pista canadese di Calgary, Ghiotto ha centrato il suo miglior piazzamento in carriera in Coppa del Mondo (argento), dopo che a Salt Lake City (Usa) aveva stabilito il nuovo personale sulla distanza, 6’07’271, molto vicino al record italiano firmato nel 2009 da Enrico Fabris. A Pechino sarà in gara nei 5 mila e in staffetta, forse anche nei 10 mila.

Impegno sul ghiaccio cinese anche per Filippo Ambrosinianch’egli classe 1993 come Ghiotto, residente ad Asiago, unico esordiente tra i vicentini ai Giochi: è attesonell’artistico di coppia, assieme alla sua partner, la bergamasca Rebecca Ghilardi, che ha solamente 22 anni. La coppia azzurra, notevolmente cresciuta nell’ultimo anno, vanta ampi margini di crescita, soprattutto se si considera la giovane età della pattinatrice lombarda. Alle Olimpiadi la coppia azzurra arriva con un risultato confortante, che fa ben sperare in un piazzamento di prestigio: ai campionati europei assoluti, disputati a metà gennaio a Tallinn (Estonia), hanno ottenuto un brillante quinto posto assoluto, che è valso per l’appunto il pass olimpico, peraltro già nell’aria. Curiosità: per la campagna natalizia ‘Versace on ice’, il celebre brand di moda ha scritturato, lo scorso autunno, la coppia formata da Filippo e Rebecca.

Seconda partecipazione ai Giochi invernali anche per Tommaso Leoni, classe 1991, nativo di Asiago ma residente a Breganze (dove si è trasferito con la famiglia da ragazzo), che partecipò molto giovane (aveva 23 anni)all’edizione di Sochi 2014, in Russia, dove superò gli ottavi di finale per poi fermarsi ai quarti. Titolare quasi fisso dell’Italia nella gare di Coppa del Mondo (esordio datato 2012) e convocato per 3 mondiali, fu costretto a rinunciare alle Olimpiadi di Pyeongchang 2018 a causa di un serio infortunio alla spalla, rimediato un mese prima dell’evento. La sua carriera sembrava verso il declino, ma a metterlo nuovamente in luce è stato il titolo di campione italiano conquistato nella primavera scorsa. Nell’attuale stagione olimpica l’atleta vicentino si è reso protagonista in Coppa del Mondo, risultando due volte il migliore degli italiani, piazzamenti che gli hanno garantito la convocazione.