Cultura

Il Cinema “Lux” di Camisano è la Sala Acec dell’anno

Il presidente dell'Acec Triveneto don Alessio Graziani consegna il premio a Enrico Piasente e al parroco di Camisano don Claudio Zilio.
di Andrea Frison

Il cinema “Lux” di Camisano è stato premiato dall’Acec Triveneta come “Sala della comunità del 2019”. Il riconoscimento è stato consegnato al responsabile della sala Enrico Piasente e al parroco di Camisano don Claudio Zilio dal presidente don Alessio Graziani.

Il “Lux” vanta una lunga storia. Nel 1909 avveniva a Camisano la primissima proiezione cinematografica, voluta dal parroco di allora, don Giuseppe Girardi, a pochi anni dalla prima proiezione cinematografica della storia, avvenuta nel 1895 a Parigi. Il “Lux” vero e proprio venne realizzato nel 1938 e inaugurato nel 1939. Poi, per ragioni di non conformità alle norme di sicurezza, nel 1984 venne chiuso.

Poi nel 1999 la riapertura, grazie ad un ingente sforzo della parrocchia. Dice Piasente: «Gli spettacoli ripresero, ma la riapertura delle multisale ha provocato un calo di spettatori, e per far fronte al minor pubblico la gestione ha scelto di ridurre spettacoli e iniziative. Strategia infelice che portato la sala all’avvicinarsi dell’inevitabile acquisto del sistema di proiezione digitale già con notevoli difficoltà economiche e a valutare l’ipotesi di una nuova chiusura». Occorreva esplorare nuove strade. «Abbiamo iniziato a frequentare con assiduità le riunioni dell’Acec e scoperto sale che funzionavano bene. Così nel 2012, ultimo anno di proiezione a pellicola, abbiamo avviato una rassegna di film per ragazzi che ha presto registrato il tutto esaurito e nel 2013, con l’aiuto di bandi pubblici e di una raccolta fondi, siamo riusciti a passare al digitale senza gravare sulla parrocchia».

Il premio “Sala della comunità dell’anno” è stato consegnato al “Lux” per il lavoro di rilancio della sala e per la ricerca storica effettuata in occasione della mostra che raccontava il “Lux” dagli albori ad oggi. Attiva da settembre a maggio, la sala organizza due rassegne cinematografiche fisse e minirassegne coinvolgendo circa 15.000 spettatori in 80 proiezioni.