Appuntamento In primo piano

“Cattolici (e non). La sfida del voto”. Tutti gli interventi del convegno

Si intitola “Cattolici (e non). La sfida del voto” l’incontro organizzato da “la Voce dei Berici”, per offrire spunti di riflessione di analisi ai cattolici vicentini (e non solo) in vista delle elezioni politiche del 25 settembre.

L’appuntamento si è svolto sabato 17 settembre alle 16 nel chiostro del Convento di San Lorenzo a Vicenza e ha visto intervenire Chiara Tintori, politologa, Paolo Gurisatti, economista, e Cesare Sposetti sj, redattore di “Aggiornamenti sociali”.

La serata è stata introdotta da Giandomenico Cortese e moderata da Lauro Paoletto.

Di seguito, gli interventi dei relatori divisi per domande.

1 – Come arriviamo al voto?

Chiara Tintori: «Increduli e sbigottiti»

Paolo Gurisatti: «Stremati»

Cesare Sposetti sj: «Nonostante tutto, speranzosi»

2 – Come funziona la legge elettorale?

3 – Quanto pesa nel dibattito elettorale la questione economica?

4 – Che spazio hanno i giovani nei programmi dei partiti?

5 – Cosa può attendersi il Veneto sul tema dell’autonomia?

6 – Qual è l’eredità del governo Draghi?

7 – Cosa ne pensa del presidenzialismo?

8 – Cattolici e politica: che fare?

Paolo Gurisatti: «Organizzare un nuovo Concilio»

Chiara Tintori: «Essere animatori di speranza sociale»

Cesare Sposetti sj: «Portare in politica lo stile della cura»

«Il 25 settembre siamo chiamati ad eleggere il Parlamento, responsabilità tanto importante quanto difficile in questo tempo complicato e pieno di sfide – spiega Lauro Paoletto, direttore de “La Voce dei Berici” -. L’obiettivo dell’incontro è comprendere la portata di questa sfida e cosa devono attendersi i cattolici».

Diversi sono i temi che verranno affrontati durante l’incontro, a partire dalla legge elettorale, «un ibrido tra proporzionale e maggioritario che è un dato di partenza penalizzante, sia nello stile della partecipazione, sia nell’esito» sottolinea la politologa Chiara Tintori.

Punta invece l’attenzione sulla crisi energetica Paolo Gurisatti, economista: «Lo sviluppo di fonti rinnovabili rimane un fattore strategico, oltre all’impegno di aumentare gli investimenti sulla produzione di energia rinnovabile anche tramite le risorse e le riforme del Pnrr. È questo l’elemento importante: diversificare le fonti di energia».

Si concentra invece sui giovani Cesare Sposetti sj, gesuita vicentino e redattore di “Aggiornamenti sociali”: «Molti di loro sono anche disponibili a mobilitarsi su questioni come l’ambiente e diritti civili, ma sono molto scettici. Ci sono certo difficoltà, però è importante far sentire la propria voce e ragionare a partire da quello che c’è per costruire qualcosa di meglio. L’astensionismo non può essere la risposta a questa situazione difficile».